NOlab Academy su Facebook NOlab Academy su Twitter NOlab Academy su Youtube
Via Gerolamo Rovetta, 18 - Milano
+39 02 4539 0840

L’ARTE DELL’ORO_UNA TECNICA ANTICA E PREZIOSA

Arriva l’oreficeria a NOLAB ACADEMY

 

Saper confezionare un gioiello bello e di alta qualità è un’arte antica, anzi antichissima. Per il suo essere indistruttibile, ma anche malleabile l’oro è stato uno dei primi metalli ad essere utilizzato per la realizzazione di monili e gioielli, dando origine dunque alla pratica dell’oreficeria. Da non confondere con la gioielleria, con la parola “oreficeria” si intende l’arte di lavorare i metalli nobili e le pietre preziose per farne gioielli, oggetti d’ornamento, d’arredamento o di culto. Le tecniche in cui un mastro orafo deve essere abile sono multiple, come ad esempio la forgia, la fusione, la colata, il taglio, la saldatura, la limatura, l’incisione, la smaltatura, il cesello, la lucidatura di metalli e pietre preziose. Molte di queste tecniche sono rimaste pressoché invariate dai tempi antichi e nella storia abbiamo diversi esempi di civiltà che furono estremamente abili nell’arte del lavorare l’oro.

 

Gli egiziani ad esempio furono particolarmente conosciuti per la lavorazione dell’oro e anche grazie all’ampia disponibilità che avevano di questo metallo riuscirono a sviluppare e migliorare piuttosto velocemente le loro tecniche di oreficeria. Parlavamo di tecniche rimaste quasi inalterate: è proprio agli Egiziani che si deve lo sviluppo della tecnica a cera persa, un metodo usato nella creazione di gioielli ancora oggi. La vera fioritura dell’oreficeria avvenne però durante il periodo del Rinascimento. Fu in questo momento infatti che, grazie alla maggiore ricchezza della nobiltà europea, gli orefici si ritrovarono a godere di protezione da parte dell’élite riuscendo così ad esprimere la propria arte in modo ben più complesso e creativo rispetto alla semplice e tradizionale lavorazione del metallo. Non a caso, molti dei più grandi nomi di artisti e scultori rinascimentali hanno iniziato come orefici, come ad esempio Sandro Botticelli e Andrea del Verrocchio. Non a caso, risalente a questo periodo è anche un’importante opera, scritta dallo scultore Benvenuto Cellini, dal titolo “Due Trattati: uno dell’oreficeria, l’altro della scultura”. Il suo valore risiede nel dettaglio con cui sono descritte tutte le varie tecniche utilizzate dagli orefici del tempo, lasciandone dunque preziosa testimonianza a noi. Come abbiamo detto, molte di queste tecniche sono rimaste molto simili, ma ovviamente i secoli non sono passati invano e la tecnologia moderna ha raggiunto e influenzato anche i metodi di lavorazione dell’oro. I cambiamenti di maggior rilievo sono rappresentati dall’avvento della produzione di massa e l’introduzione della tecnologia digitale. Nel corso del Novecento infatti l’industria orafa prese a rivolgersi ad un pubblico differente, iniziando a specializzarsi non più nella realizzazione di prodotti unici, ma sulla produzione in larga scala e ad oggi l’utilizzo del computer per creare ad esempio le forme 3D in cui poi va colato l’oro ha reso ancora più standard la creazione di pezzi prodotti in quantità massive.

Non siamo dunque distanti dal vero quando affermiamo che il saper realizzare un gioiello o un pezzo d’oro in modo manuale e artigianale è qualcosa che sta diventando sempre più raro. Il nostro Corso di Oreficeria è rivolto a chi vuole soddisfare l’esigenza di diventare abile nella nobile arte del gioiello con docenti di eccellenza che garantiscono ai corsisti l’apprendimento necessario per imporsi in modo competente nel mondo dell’artigianato orafo. I corsi sono in partenza da settembre 2018, seguiteci per avere maggiori informazioni!

Condividi l'articolo con i tuoi amci 😉
Share on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Email this to someone
email
Print this page
Print
25 giugno 2018

Leave a reply