NOlab Academy su Facebook NOlab Academy su Twitter NOlab Academy su Youtube
Viale delle Rimembranze di Lambrate, 7 - Milano
+39 02 4539 0840

Intervista ai docenti tutor NOlab Academy_Ariele Guaschino della Gelateria Tra le Righe di Milano

Intervista ai tutor formativi del modulo pratico.

L’importanza di raccontare una storia che si tramanda da laboratorio in laboratorio.

 

Abbiamo intervistato Ariele Guaschino, titolare della Gelateria “Tra le righe” in via Teodosio 44 a Milano,  tutor dei nostri moduli pratici in azienda.
I corsisti NOlab Academy di Pasticceria e Gelateria svolgono un modulo pratico direttamente in aziende con noi affiliate: un’opportunità preziosa per avere una formazione completa.
Abbiamo voluto dare voce ai numerosi docenti e titolari tutor che seguono i nostri corsisti, approfondendo con loro alcune tematiche.

  1. Descrizione biografica dell’attività e del docente.

Fin da bambino ho considerato il gelato il mio cibo preferito; durante la mia ricerca di qualcuno che mi trasmettesse il mestiere, mi viene data una opportunità a Londra, dove per tre anni, sperimento e prendo confidenza con la pasticceria, la gestione di produzioni in locali anche diversi dai tipici italiani. Torno a Milano, poi in Brasile e ancora Milano, dove mi cimento nella gestione in proprio di un’attività: Tra le righe appunto dove sono  supportato e affiancato da mia moglie.

  1. Quanto conta per lei poter insegnare il suo mestiere alla nuove generazioni ?

E’ essenziale e stimolante. Ricordo benissimo le numerose difficoltà nel muovere i primi passi in questo ambito.

  1. Che differenza di interesse ha riscontrato negli anni? Le nuove generazioni sono più attente o distratte?

Negli anni sicuramente le persone sono generalmente più preparate ed esigenti grazie a nuovi format di intrattenimento e ai mezzi di comunicazione, ma è un arma a doppio taglio: anche le notizie infondate e false sono aumentate di pari passo.

 

  1. Come si diventa dei veri professionisti nel suo settore? Esiste davvero un segreto?

Credo che i miei segreti siano basilari: preparazione (studio, studio, studio, aggiornamento costante per non sentirsi mai saturo) e poi la giusta umiltà per capire che la gavetta è fondamentale, e infine… operosità.

  1. Come pensa che si possa migliorare sempre, nel suo mestiere?

Confrontandosi realmente con colleghi, scambiandosi idee e opinioni tecniche; la gelosia e i segreti che c’erano una volta tra pasticceri, credo che, al giorno d’oggi, non abbiano più senso.

  1. Quali sono i punti di forza per non temere concorrenti quando si avvia un’attività nel suo settore?

La qualità è la parola chiave e da porre davanti ad ogni cosa… e un pizzico di incoscienza e testardaggine.

  1. Esiste un esempio a cui lei si ispira?

Si parla spesso male delle “catene” di negozi ma penso sempre che anche loro sono partiti da un negozio…che siano d’esempio?

  1. Quale consiglio si sente di dare a tutti coloro che vogliono iniziare questo percorso formativo e poi lavorativo?

Prima di iniziare questo mestiere, guardatevi allo specchio e pensate: sono disposto a sacrificare orari più umani e fine settimana per questa mia passione? Se le risposta è sì, studiate molto e sporcatevi altrettanto le mani.

Ariele Guaschino per NOlab Academy

Corso Professionale di Gelateria Artigianale a Milano

Condividi l'articolo con i tuoi amci 😉
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestEmail this to someonePrint this page
13 marzo 2017

Leave a reply